ENZO PICCININI. IL FUOCO SOTTO LA CENERE. UNA PROVOCAZIONE PER VIVERE AL MEGLIO IL PRESENTE

L’Associazione Bergamo Incontra, Cdo Bergamo Medicina e Persona propongono per venerdì 8 aprile 2022 alle ore 21 l’incontro “Il fuoco sotto la cenere. Una provocazione per vivere al meglio il presente”, sulla figura del servo di Dio Enzo Piccinini (1951- 1999), medico chirurgo emiliano. L’incontro è nato dalla lettura del libro di Marco Bardazzi “Ho fatto tutto per essere felice. Enzo Piccinini, storia di un insolito chirurgo” (Ed. Bur Rizzoli, 2021). A partire dalle provocazioni del libro e della figura del medico emiliano dialogheranno tra loro Stefano Olmi, responsabile dell’Unità di Chirurgia Generale e Oncologia del Policlinico di San Marco di Zingonia e Giampaolo Ugolini, direttore dell’Unità Operativa Chirurgia Generale di Ravenna, allievo di Piccinini, moderati dal medico cardiologo Fabrizio Centonze.

 

Enzo Piccinini, medico chirurgo con una specializzazione in Chirurgia Generale e successivamente in Chirurgia Vascolare, ha sempre ritenuto di prioritaria importanza l’unitarietà della sua attività clinica con quella di ricerca e di insegnamento, anche attraverso il confronto con i più qualificati Centri Universitari Internazionali, con i quali collaborava in numerosi progetti di ricerca, come l’Università di Harvard, l’Università di Chicago e la VI Università di Parigi. La sua passione per un continuo miglioramento professionale ha sempre avuto come obiettivo la cura della persona malata considerando, insieme alla malattia, ogni aspetto del bisogno umano. La sua competenza e il suo insegnamento hanno conquistato i suoi giovani collaboratori, che lo hanno seguito per anni imparando così una modalità di lavoro e di rapporto con il malato che ha segnato e segna tuttora la loro carriera.

L’incontro con don Giussani ha cambiato totalmente la vita del medico emiliano, che ha iniziato così ad amare il proprio Destino e quello degli altri (colleghi, pazienti, amici) senza paura e oltre ogni misura. Da questo è nata una storia di amicizia e una novità in campo professionale che rendono ancora oggi attuale e affascinante per tutti – e non solo per chi si occupa di sanità – la figura di Piccinini.

Rivedi l’incontro sul canale YouTube dell’Associazione Bergamo Incontra.

 

 

NESSUNO GENERA SE NON E' GENERATO

“Nessuno genera se non è generato” è il titolo dell’incontro promosso da Comunione  Liberazione Bergamo, Comunione Liberazione Treviglio e l’Associazione Bergamo Incontra per giovedì 24 marzo alle ore 21,15 nella sala Caravaggio della Fiera di Bergamo (via Lunga). Protagonista dell’incontro è Rose Busingye, fondatrice e responsabile del Meeting Point International di Kampala in Uganda, organizzazione che si occupa di donne malate di Aids e dei loro figli.

L’incontro nasce come primo gesto pubblico in occasione del centenario della nascita del servo di Dio mons. Luigi Giussani (1922).

Rose è una donna semplice tutta conquistata da Cristo, che si è fatto carne per lei nell’amicizia con don Giussani, da questo incontro è nata una grande storia che giovedì ci verrà raccontata.

Chi è Rose Busingye

E’ la fondatrice e presidente del Meeting Point International di Kampala in Uganda. Originaria di Kampala, Rose si è trasferita da adolescente a Kitgum, nel nord del Paese, che è diventata un centro di attività di guerriglia quando è scoppiata la ribellione nel 1986. In questo periodo ha vissuto in prima persona gli orrori della guerra quando così tanti i feriti sono morti per mancanza di assistenza. Fu da qui che nacque la sua decisione di tornare a Kampala ed entrare nella scuola per infermieri dell’ospedale di Nsambya, dove si è laureata come infermiera e ostetrica nel 1990. Dal luglio 1990 al settembre 1992 ha ottenuto una borsa di studio presso l’Ospedale di Varese, a nord di Milano, Italia, dove si è specializzata in malattie infettive, cardiochirurgia e maternità. Al ritorno in Uganda nel 1992 ha iniziato a lavorare con pazienti affetti da HIV/AIDS ed è diventata esperta nel fornire consulenza ai malati terminali affetti da HIV/AIDS. Nel giugno 2003 ha fondato i membri di Meeting Point International. Dal rapporto tra Rose e le sue donne è nata nel 2012 la Luigi Giussani High School”, una scuola secondaria per i ragazzi di di Kireka, una baraccopoli a est di Kampala.

Rivedi l’incontro sul canale YouTube dell’Associazione Bergamo Incontra.

LE FORZE CHE CAMBIANO LA STORIA SONO LE STESSE CHE CAMBIANO IL CUORE DELL'UOMO

L’Associazione Bergamo Incontra in collaborazione con Famiglie per l’Accoglienza propone, per domenica 13 marzo 2022 ore 21 nello Spazio Polaresco (Via del Polaresco, 15 – Bergamo), l’incontro “Le forze che cambiano la storia sono le stesse che cambiano il cuore dell’uomo. Testimoni di pace” con Mario Mauro, già Ministro della Difesa, e Adriano Dell’Asta, professore di lingua e letteratura russa all’Università Cattolica di Milano. Insieme a loro interverranno alcuni amici giunti dall’Ucraina.

L’incontro vuole essere un momento di dialogo non solo sull’inquadramento storico attuale e le dinamiche geopolitiche, ma anche di aiuto per comprendere che cosa chiede a noi questa guerra immedesimandoci con chi ne è stato testimone, come ha scritto Papa Francesco nella Fratelli Tutti :
“Non fermiamoci su discussioni teoriche, prendiamo contatto con le ferite, tocchiamo la carne di chi subisce i danni. […] Consideriamo la verità di queste vittime della violenza, guardiamo la realtà coi loro occhi e ascoltiamo i loro racconti col cuore aperto. Così potremo riconoscere l’abisso del male nel cuore della guerra e non ci turberà il fatto che ci trattino come ingenui perché abbiamo scelto la pace”.

Rivedi l’incontro sul  canale YouTube dell’Associazione Bergamo Incontra.

 

Iscriviti alla Newsletter

Bergamo [incontra]